specie di libri #4: escritos, eduardo chillida

by diego terna

Ci sono dei momenti nei quali all’architettura viene chiesto di svolgere dei ruoli che non le sono propri e, nonostante un possibile scetticismo, è interessante notare come sia molto facile analizzarla sotto i più disparati aspetti: sociologico, semantico, tecnico, funzionale.
Sovente la critica ha spostato il bersaglio del proprio lavoro, scivolando attorno all’architettura senza coglierne l’essenza. Consciamente o meno, il giudizio su un edificio ha semplicemente finito per essere un’analisi che può prescindere facilmente dallo stesso.
Ciò è dovuto spesso al fatto che l’architettura non sia esperita dal vivo, ma venga studiata attraverso i set fotografici di centinaia di webzine e riviste, che riescono a cogliere solo alcuni aspetti di quello che realmente un’architettura è: un vuoto racchiuso entro dei limiti.

Eduardo Chillida dà dello spazio una definizione poetica: ocupar un lugar y no tener medida: ¿no serà esto el espacio? (occupare un luogo e non avere misura: non sarà questo lo spazio?).
Questa frase, raccolta in un libro intitolato Escritos, edito da La Fabrica, fa parte di una serie di riflessioni, aforismi, poesie, che lo scultore basco ha scritto durante il corso della vita.
Pur credendo nell’impossibilità di insegnare l’arte, tanto da rifiutare qualsiasi ruolo accademico, Chillida riesce, con poche frasi, spesso ripetute in forme diverse, ad addentrarsi in un territorio teorico di assoluta profondità, richiamando alla mente momenti di illuminanti epifanie, studiosi e artisti che ne hanno segnato la formazione, luoghi che hanno influenzato la sua arte.

Una lettura di questo tipo riesce a ricalibrare l’orizzonte critico dell’architettura. E’ vero: qui si parla di scultura, ma la sensibilità di Chillida nei confronti dello spazio è così forte da ricordarci continuamente l’obiettivo a cui puntare quando si progetta, e si critica, un’architettura. Si capisce, dunque, che la manipolazione del vuoto è un carattere che supera, per importanza, qualsiasi altro aspetto che caratterizzi un oggetto costruito.

speciedilibri@gmail.com

Advertisements