specie di libri #7: arcangelo sassolino

by diego terna

Se il lavoro di Eduardo Chillida è totalmente teso alla definizione di spazio, di vuoto, ricavato dalla sottrazione di materiale, le sculture di Arcangelo Sassolino mostrano un tentativo di opporsi al materiale stesso. Per fare questo l’artista costruisce dei meccanismi di stress potenti che distruggono la materia, attraverso colpi, lacerazioni, strappi.

Il lavoro di Sassolino è una spasmodica ricerca di trovare un limite, un confine entro il quale la materia crea lo spazio. E, una volta trovato, questo limite viene distrutto per essere superato, per innestare la fuoriuscita dello spazio stesso.

Tutto ciò che normalmente dà vita all’architettura – il legno, il calcestruzzo, il vetro, la plastica- viene sistematicamente “offeso”, come se dalle ferite dovute ai colpi i materiali prendessero vita, come corpi non più inanimati, avvicinandosi ad una condizione quasi umana. Ciò riesce a costruire un’empatia profonda con l’oggetto, come se le ferite favorissero un dialogo tra l’opera e lo spettatore.

Alla Fondazione Pomodoro, a Milano, nella mostra La scultura italiana del XXI secolo, Sassolino espone l’opera Piccolo Animismo, del 2009, nella quale una grande tanica di Pvc bianco viene ritmicamente insufflata d’aria e poi svuotata. Rumori sinistri ci attraggono e, quindi, un profondo respiro e, ancora, spazio, che si contrae e si espande, modificando tutto l’ambiente circostante, che si muove al ritmo di questo respiro, artificiale, eppure umanissimo. La tanica, infatti, è lacerata, a causa della continua espansione e contrazione, e geme, con forza, prendendo vita e riverberando il proprio dolore a tutto lo spazio che la circonda.

Il libro Arcangelo Sassolino, curato Jasper Sharp ed edito da Jrp/Ringier, del 2009, mostra un catalogo di distruzioni, abrasioni e violenze ai danni di pavimenti, travi, pareti, oggetti. E’ una lista di potenzialità, in realtà: è il racconto brutale di spazio teso allo spasimo, fino alla sua ultima, e paradossalmente vivente, dipartita.

Advertisements